La Gazzetta dello Sport fa il punto sulla trattativa

Ieri in via Aldo Rossi Paolo Maldini e Ricky Massara hanno ricevuto Giuseppe Riso, agente del giocatore, per la conference call con i dirigenti monegaschi. In un paio d’ore sono stati approfonditi i termini di una proposta che impegna il Milan in un’autentica operazione di rilancio. Per questo motivo è stato prospettato un prestito con diritto di riscatto per un valore di 8 milioni. C’è una scaletta che prevede vari obiettivi in termini di presenze e di gol che possono portare all’obbligo di riscatto. Le due società hanno convenuto anche di fissare un diritto per l’eventuale rivendita: i rossoneri offrono il 10 per cento, mentre il Monaco chiede il 20. Ma non è una differenza abissale e tutto lascia credere che il round odierno possa già risultare decisivo. Del resto Pellegri è affascinato da quest’opportunità: non è un mistero che abbia sempre avuto come idolo Zlatan Ibrahimovic. Anche per quel fisico da Superman che gli ha permesso di bruciare le tappe di una carriera da record. In particolare Massara (allora in giallorosso) ricorda bene di aver visto dal vivo il suo primo gol in Serie A: alla fine vinse la Roma (3-2) nell’ultima partita di Totti, ma erano anche gli albori di un nuovo protagonista. Anche in maglia azzurra ha bruciato le tappe nelle rappresentative giovanili. Poi, una lunga assenza fino al 17 novembre 2020, quando debutta anche nella Nazionale maggiore nel 4-0 contro l’Estonia. Anche Mancini evidentemente punta sul suo talento e non può che fargli piacere questa nuova opportunità”, a riportarlo è Carlo Laudisa nell’edizione online de la rosea.